BVR-BANCA dona 35 mila euro al Teatro Civico di Schio

In continuità con il primo intervento Art Bonus del 2018, dove la Banca si è fatta carico di acquistare le sedute della platea, l’attuale donazione completa l’acquisto degli arredi dello storico teatro cittadino

Prosegue il terzo lotto dei lavori di restauro del Teatro Civico di Schio (VI), che prevede un intervento Art Bonus finalizzato a rendere più confortevole il teatro anche con l’acquisto di 100 poltroncine per la galleria. Acquisto che è stato possibile grazie alla donazione di 35 mila euro di BVR BANCA – Banche Venete Riunite – Credito Cooperativo di Schio, Pedemonte, Roana e Vestenanova – Società Cooperativa che già nel 2018, sempre attraverso un intervento Art Bonus, ha permesso di sostenere i costi di sostituzione delle sedute della platea con un contributo di 120 mila euro. Questa mattina in Teatro Civico il presidente Salomoni Rigon Maurizio ha consegnato ufficialmente la donazione di 34.675,41 € al Sindaco di Schio Valter Orsi e al presidente della Fondazione Teatro Civico Silvio Genito.

“Siamo felici di essere qui oggi – esordisce il presidente Salomoni – per dare ancora una volta un sostegno concreto, come Banca del territorio, alla nostra città di Schio finalizzato a restituirle un importante luogo di cultura quale il Teatro Civico, spazio di aggregazione e di arricchimento per tutti noi. Grazie all’impegno di BVR BANCA – Banche Venete Riunite, diamo nuova vita a un patrimonio che va tutelato, valorizzato e sostenuto. Investire sulla cultura -prosegue Salomoni- porta sviluppo e nuove possibilità per tutto il territorio. La ripresa oggi è possibile anche grazie alle tante realtà attive localmente in ambito culturale”.

«La cultura rappresenta un importante driver per l’inclusione sociale e lo sviluppo della società civile e dei territori, capace di creare valore condiviso. L’Art Bonus rappresenta una possibilità, per le imprese del nostro territorio, per diventare protagoniste del cambiamento e per sostenere il prezioso patrimonio culturale che caratterizza la città di Schio e il territorio circostante» – dichiara il presidente della Fondazione Teatro Civico Silvio Genito.

«Ancora una volta BVR-Banca si dimostra molto vicino alla nostra comunità e, in questo caso, ancora una volta al mondo della cultura dopo il primo grosso contributo di qualche anno fa sempre a favore del Teatro Civico. Non voglio dimenticare, però, la donazione devoluta per il parco inclusivo di Magrè – aggiunge il Sindaco, Valter Orsi -. Questa vicinanza è un esempio concreto che ribalta il pensiero comune che vede le banche come distanti e ciniche, ma che invece possono avere un approccio di grande sensibilità e attenzione nei confronti del territorio. Con questa donazione andiamo a intraprendere la parte finale di un percorso che riconsegnerà alla città il patrimonio storico culturale del Teatro Civico. In questo percorso è stato prezioso il contributo dei cittadini e anche degli enti come BVR che grazie alla loro generosità ci permettono di ridare vita a un importante luogo di cultura».

Grazie alla donazione di BVR-Banca le attuali sedie gialle da regista verranno sostituite da comode poltroncine ribaltabili studiate e realizzate appositamente dall’azienda Aresline di Carrè (VI) che, nel rispetto del criterio di flessibilità e multifunzionalità che caratterizza il Teatro Civico, ha realizzato anche nel 2018 le poltrone removibili della platea.

Ma non è tutto: l’intervento Art Bonus, inoltre, prevede anche l’installazione di una piattaforma elevatrice a scomparsa per garantire l’accesso alle persone disabili al palcoscenico, per la quale è stata contattata FABOC due, un’azienda italiana leader in soluzioni per l’accessibilità in edifici storici e beni culturali a bassissimo impatto architettonico.

Finora, inclusa la donazione della Banca, sono stati raccolti 48.495,41 euro da privati cittadini e imprese del territorio. Con ulteriori 14mila euro, dunque, sarà possibile chiudere l’intervento Art Bonus e dotare il teatro di una piattaforma elevatrice che permetterà di rendere il palcoscenico accessibile anche alle persone diversamente abili. L’Art Bonus è un incentivo fiscale, sotto forma di credito di imposta, per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura e dello spettacolo. L’Art Bonus rappresenta una possibilità per sostenere il prezioso patrimonio culturale che caratterizza la città di Schio e il territorio circostante.

Per quanto riguarda il terzo stralcio dell’intervento, i lavori iniziati a febbraio 2021 si riferiscono al recupero della completa funzionalità del teatro relativamente alla capienza, completando gli interventi sul loggione e sui palchetti del secondo ordine in modo da aggiungere 137 posti a sedere ai 338 esistenti, per un totale di 475 posti. Il costo complessivo delle opere è di un milione e 500mila euro, per la maggior parte a carico del Comune di Schio.

Donazione BVR Banca