SCHIO GRANDE TEATRO: MARTEDì 9 OTTOBRE APRE LA CAMPAGNA ABBONAMENTI

Ultimi giorni di prelazione per gli spettatori della scorsa stagione. Confermate le classiche formule di tesseramento e le tipologie promozionali per gli under 30 e per gli studenti
SCHIO GRANDE TEATRO: MARTEDì 9 OTTOBRE APRE
LA CAMPAGNA ABBONAMENTI

Di scena Corrado Augias, Natalino Balasso, i Comici di Zelig, Marco Paolini, Paolo Rossi, Paolo Ferrari, Andrea Giordana, Andrea Pennacchi, Marta Dalla Via, Ottavia Piccolo, Teatro dell’Elfo e Junior Balletto di Toscana

(Schio VI – 05.10.2012 – La vicinanza allo spettatore, alle sue scelte e alle sue passioni hanno formato il cartellone teatrale 2012-13: un percorso non tradizionale, dal fascino anomalo e intrigante, che unisce il teatro di narrazione alla drammaturgia contemporanea, il teatro di prosa a quello musicale, fino alle sensualità della danza. Schio Grande Teatro, progetto condiviso e creato assieme al pubblico, conferma per la stagione 2012-2013 un carnet di abbonamenti differenziato nelle formule e nei prezzi, per favorire l’accesso a teatro da parte di tutto il pubblico, a partire dalle giovani generazioni. Dopo una settimana di prelazione dedicata agli abbonati della scorsa stagione, da martedì 9 ottobre fino ad esaurimento dei posti disponibili, sarà possibile tesserarsi ai due cartelloni di cui si compone la proposta: Schio Grande Teatro e Schio Teatro Veneto.

Schio Grande Teatro, da novembre ad aprile, ospiterà protagonisti conosciuti, graditi ritorni e occasioni speciali d’incontro, come quella con Corrado Augias che inaugura con il suo “Raccontare Mozart”. Si prosegue poi con la graffiante comicità di Natalino Balasso con “Stand up Balasso”. Ai giovani Comici di Zelig, capitanati da Giole Dix, è affidato il shakespeariano “Sogno di una notte di mezza estate”. Il nuovo anno apre con il ritorno di Marco Paolini che porta in scena “Itis Galileo” uno spettacolo che ha riscosso il plauso del pubblico (anche televisivo) e della critica. A seguire, fuori abbonamento, la prima “autobiografia non autorizzata” di Paolo Rossi. Il ritorno di due grandi attori sul palcoscenico dell’Astra: Andrea Giordana e Paolo Ferrari in un classico della scena del ‘900: “Un ispettore in casa Birling”. Ottavia Piccolo, molto amata e segnalata dal pubblico scledense, porta in scena con Vittorio Viviani “L’arte del dubbio”. Penultimo appuntamento della stagione lo spettacolo “The history boys” del Teatro dell’Elfo, una delle compagnie più classicamente innovative del panorama nazionale. Non manca l’appuntamento con la grande danza: “Coppelia”, tra i più celebri titoli del repertorio classico, portata in scena in chiave contemporanea dalla Compagnia Junior Balletto di Toscana. Nel programma di Schio Grande Teatro 2012-13 è stato inoltre inserito uno spazio piccolo ma significativo dedicato al Talento a NordEst, una scelta mirata a rendere protagonista della scena anche le nuove proposte del territorio. Saranno così protagonisti nella stessa serata, con due diversi spettacoli, due giovani talentuosi artisti della scena veneta: Andrea Pennacchi e Marta Dalla Via. Con lo stesso spirito è stato inserito in cartellone il contributo di Domus Danza, centro studi scledense di elevato livello professionale, come gruppo supporter dello spettacolo “Coppelia”.

Sarà inoltre possibile, sempre da martedì 9 ottobre, abbonarsi a SCHIO TEATRO VENETO 2012-2013, il cartellone dedicato alle proposte tradizionali del territorio. Tre gli spettacoli in programma: la Compagnia Teatrale Astichello con la divertente commedia El Senator Volpon, a seguire la veneziana Pantakin che propone una pièce legata al patrimonio italiano della Commedia dell’Arte e infine la chiusura della trilogia della memoria di Gigi Mardegan.

Ad ogni abbonato verrà destinato il tradizionale omaggio di benvenuto: anche quest’anno la Cantina Beato Bartolomeo di Breganze – uno dei fornitori ufficiali della stagione – regalerà una bottiglia di vino agli abbonati: un vino speciale, appositamente dedicato alla stagione scledense.

L’abbonamento a SCHIO GRANDE TEATRO, che comprende nove spettacoli, (un solo appuntamento, quello con Paolo Rossi, è fuori abbonamento), sarà acquistabile a 129 euro per la platea primo settore (ridotto 111 euro), a 117 euro per la platea secondo settore (ridotto 100 euro), e 88 euro in galleria (76 euro con la riduzione).

Le tessere di SCHIO TEATRO VENETO sono in vendita invece al costo di 27 euro la platea (23 euro ridotto) e 21 euro in galleria (19 euro i ridotti).

Dal 18 ottobre, poi, verranno messe in vendita altre tre formule di tesseramento. Ritorna infatti l’abbonamento Libera scelta a cinque spettacoli, molto apprezzato dagli spettatori, che permette un percorso personalizzato all’interno del cartellone; Campus Card, il carnet di tre serate al costo di 22 euro (posti in galleria), riservato agli studenti delle scuole superiori di Schio e l’abbonamento Under 30 che permette ai più giovani di scegliere tre serate al costo di 30 euro(posti in galleria).

Hanno diritto alla riduzione gli under26 e gli over60, i soci Cineforum Alto Vicentino e i lettori de Il Giornale di Vicenza che presentino i tagliandi pubblicati dal quotidiano.

Gli abbonamenti si possono sottoscrivere alla Fondazione Teatro Civico di Schio (Palazzo Fogazzaro, via F.lli Pasini, 44) dal martedì al venerdì ore 9,30-13.00 e 16-18.30, sabato 11-13. La campagna abbonamenti continuerà poi nei giorni e negli orari di prevendita dei biglietti.

SCHIO GRANDE TEATRO 2012-2013 è promosso dalla Fondazione Teatro Civico in collaborazione con il Comune di Schio e il Circuito Teatrale Regionale Arteven, con il sostegno di Banca Alto Vicentino, Ettore Zanon spa, Foc Ciscato spa, Mair Research spa, Meb Elettroforniture srl, Rivit SpA, Sisma SpA, Smit Textile SpA, Vallortigara Servizi Ambientali spa.

Informazioni per il pubblico
Fondazione Teatro Civico Schio
(Palazzo Fogazzaro – via Fratelli Pasini 44)
Numero verde 800601171