Skip to content

Aprile 2021

ven16apr21:0023:00RinviatoCENERE CENERENTOLANaturalis Labor21:00 - 23:00 Teatro AstraStagioni:Schio Grande Teatro

Cenere Cenerentola - Naturalis Labora

Informazioni

Teatro Astra
NATURALIS LABOR
CENERE CENERENTOLA
coreografie e regia Luciano Padovani
musiche Prokofiev, Johannsson, Tuur, Weinberg e autori vari
scene Mauro Zocchetta
luci Thomas Heuger
costumi Lucia Lapolla scarpe La Diva Calzature
 
coproduzione Festival Danza in Rete e Teatro Comunale Città di Vicenza
con la collaborazione di Fondazione Teatro di Pisa, Fondazione Toscana Spettacolo
con il sostegno di Mibac, Regione Veneto, Arco Danza, Comune di Vicenza

Durata: 1 ora e 5 minuti senza intervallo

Accantonato l’idioma tanguero che ultimamente aveva caratterizzato le sue produzioni, per il recente Cenere Cenerentola il coreografo Luciano Padovani sceglie un fluido linguaggio contemporaneo, fisico e potente, ma accurato, per tracciare una collana di sequenze e scene chiuse. Non c’è nulla della favola del titolo, salvo brevi allusioni – la cenere che ricopre il palcoscenico, scarpe brandite come armi e come premi- e la struttura procede per scene concluse, in orizzontale, evocando situazioni diverse ma sempre incentrate sulle complesse relazioni tra uomini e donne, tra desideri, aspettative, timori e speranze. Al centro spiccano ragazze in lunghe vestine bauschiane, ora di semplice cotone, ora di raso cangiante, dai capelli fluenti ad accompagnare le corse e gli avviluppamenti talvolta violenti, talvolta suadenti sui propri compagni. Valzer che attraversano la scena come folate di vento, lasciano spazio a duetti in cui la relazione si sviluppa in un’alternanza di forze e di equilibri; sensuali abbandoni, con corpi scivolati e morbidi si alternano a veri e propri cimenti fisici in cui il muro/scenografia diventa ora un ostacolo insormontabile, ora un rifugio dove nascondersi e proteggersi.
Cenerentola e il suo mito assumono insomma qui una valenza simbolica per cantare l’eterno gioco dei ruoli, la difficoltà dell’amore, l’incertezza del proprio ruolo nel mondo, la lotta per affermarsi e trovare una identità in una società cupa e dolorosa – che mai come ora si attaglia alla realtà che stiamo vivendo.
E la danza si muove avvolgente e spettacolare sulla musica scritta da Prokofiev per il balletto del 1941, ma anche su pagine di Weinberg, Karlsson, Britten, Guðnadóttir e Tuur.

 

La Compagnia Naturalis Labor è nata nel 1988 e la sua sede organizzativa e operativa è a Vicenza (Italia).
Naturalis Labor svolge un continuativo lavoro di ricerca sulla danza contemporanea, sul tango e sui nuovi linguaggi delle arti performative. Progetta e realizza spettacoli ed eventi unici avvalendosi di collaborazioni con realtà nazionali ed europee. I suoi spettacoli sono stati prodotti ed hanno debuttato in teatri, festival e rassegne in Italia e all’estero (Francia, Scozia, Austria, Germania, Svizzera, Romania, Turchia, Grecia).
È riconosciuta e sostenuta da Ministero dei Beni e Attività Culturali, Regione Veneto, Provincia di Vicenza, Comune di Vicenza e Arco Danza. Promuove rassegne e festival tra cui Visioni di danza, Forti in Scena e Danza a Comacchio.
www.naturalislabor.it

Platea: intero € 23,00 | ridotto € 21,00
Galleria: intero € 15,00 | ridotto € 14,00